Simone Verde


11 giugno 2011
Twitter Facebook

Marina Abramovic

54esima biennale di Venezia con Confessione

 
MarinaAbramovic

A Palazzo Balbi nella mostra Personal Struttures curata da Karlyn De Jongh e Sarah Gold presenta Marina Abramovic con la sua performanc “Confessione”. Al di là delle intenzioni di esplorazione dei limiti psichici messi in atto dall’autrice, questa rappresentazione è la maggior raffigurazione di comunicazione empatica visibile nella forma della ragione. Sono pochi secondi di performance, ma rendono l’idea per cui questa esposizione va vista. A Palazzo Balbi, Calle del Carbon, Rialto Venezia aperta fino al 27 novembre 2011






0 Commenti



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>